Infrastruttura stradale

Il Tracciato

Il tronco Autocisa attraversa l’appennino tosco-emiliano lungo un tracciato di 101km ed offre agli automobilisti un percorso immerso in una natura verde ed incontaminata.

L’attraversamento di un territorio caratterizzato da forti pendenze e da un severo andamento plano altimetrico ha comportato la realizzazione di numerosi suggestivi viadotti e gallerie dalle ardite caratteristiche tecniche.

Concepita sul limitare degli anni cinquanta per rispondere in modo prevalente alle esigenze del traffico pesante che dalla pianura padana raggiungeva i porti dell’Alto Tirreno, Autocisa sente oggi il bisogno di adeguarsi alle esigenze di una mobilità che nel frattempo si è fatta più intensa e veloce.

Per rendere il tracciato più adeguato e trasformarlo in una moderna ed efficiente autostrada, sono previsti notevoli investimenti, le cui risorse saranno destinate al risanamento dei viadotti e gallerie, la realizzazione della corsia di emergenza nei tratti ove ancora manca, la riqualificazione delle aree di sosta.

Gli investimenti previsti, che superano i 500 milioni di euro, costituiscono la premessa strategica per la futura realizzazione di un corridoio Nord-Sud, alternativo alla dorsale appenninica dell’Autosole.
Interconnessa con l’A1, Milano-Napoli e con l’A12, Sestri Levante-Livorno, Autocisadispone di sei uscite intermedie: Parma Ovest, Fornovo, Borgotaro, Berceto, Pontremoli, Aulla.

Quattro le aree di servizio per senso di marcia: Medesano, Tugo, Montaio, S. Benedetto.
Quattro quelle di sosta e di parcheggio per senso di marcia.

TIPO OPERA NUMERO
CAVALCAVIA 35
GALLERIE 17
PONTICELLO 42